Spionaggio industriale: come salvaguardare la propria azienda

La sottrazione illecita di informazioni industriali e commerciali ai danni di un’impresa è una concretizzazione dello spionaggio industriale.

 

Spionaggio industriale. Pertanto, è sempre più importante combattere questo fenomeno utilizzando agenzie investigative professionali.

Lo spionaggio industriale consiste nell’appropriazione illecita di informazioni commerciali e industriali da parte di un’azienda, con lo scopo di utilizzare tali informazioni per trarre vantaggio nella concorrenza. In un’economia basata sulla conoscenza, il know-how di un’azienda gioca un ruolo cruciale nella competitività; tuttavia, gli sforzi e gli investimenti fatti per migliorare le capacità operative di un’azienda possono essere vanificati se queste informazioni vengono sottratte e utilizzate da altri operatori del mercato. Pertanto, la protezione contro lo spionaggio industriale diventa sempre più importante per evitare di essere coinvolti in una dinamica concorrenziale scorretta e sfavorevole.

Il reato di spionaggio industriale

Lo spionaggio industriale è un reato che può essere commesso sia da agenti interni che esterni all’azienda danneggiata. Nel caso di spionaggio industriale “esterno”, le informazioni sensibili dell’azienda vengono sottratte attraverso la penetrazione clandestina della rete informatica o tramite intercettazioni telefoniche o microspie. Nel caso di spionaggio industriale “interno”, le informazioni vengono sottratte da dipendenti, ex-dipendenti, consulenti o collaboratori dell’azienda. In entrambi i casi, si consuma il reato di rivelazione di segreto scientifico o industriale, previsto dall’art. 623 del Codice Penale.

“Chiunque, venuto a cognizione per ragione del suo stato o ufficio, o della sua professione o arte, di segreti commerciali o di notizie destinate a rimanere segrete, sopra scoperte o invenzioni scientifiche li rivela o li impiega a proprio o altrui profitto, è punito con la reclusione fino a due anni. La stessa pena si applica a chiunque, avendo acquisito in modo abusivo segreti commerciali, li rivela o li impiega a proprio o altrui profitto. Se il fatto relativo ai segreti commerciali è commesso tramite qualsiasi strumento informatico la pena è aumentata”.

Secondo la normativa menzionata, la giurisprudenza ha stabilito che non è necessario che si tratti di segreti protetti da brevetti per configurare il reato di spionaggio industriale. Perché si realizzi il reato in questione, è sufficiente dimostrare la sottrazione e la divulgazione del “know-how” aziendale, ovvero del patrimonio di conoscenze di un’impresa in relazione ai metodi di progettazione e produzione che caratterizzano la struttura industriale.

I danni causati dallo spionaggio industriale

Lo spionaggio industriale rappresenta una minaccia per le aziende, poiché consiste nella sottrazione illecita di informazioni industriali e commerciali al fine di trarre un vantaggio competitivo. Tali informazioni possono includere nomi di clienti e fornitori, strategie di marketing, conoscenze, protocolli e procedure interne, nonché software e brevetti. La perdita di tali informazioni può causare danni significativi all’immagine e alle finanze dell’azienda colpita, tra cui la perdita di clientela, la fuoriuscita di notizie riservate, le dimissioni di dipendenti e la comparsa di idee innovative da parte di concorrenti.

Per evitare questi danni, è importante che le aziende prendano misure per prevenire e contrastare lo spionaggio industriale. Ciò può includere la creazione di procedure interne per la protezione delle informazioni, l’utilizzo di software di sicurezza avanzati e l’assunzione di agenzie che si interessano di investigazioni private professionali specializzate nell’indagine aziendale. Solo attraverso una combinazione di queste misure, le aziende possono proteggere il loro know-how e garantire la loro competitività sul mercato.

Prevenire e contrastare lo spionaggio: l’importanza delle indagini aziendali

Per proteggere la propria azienda dallo spionaggio industriale, è importante adottare misure preventive e correttive per garantire la sicurezza delle informazioni aziendali. Tra queste misure, possiamo includere:

  1. bonifiche ambientali e telefoniche per individuare possibili microspie
  2. risoluzione di vulnerabilità informatiche
  3. verifica di eventuali comportamenti scorretti da parte di dipendenti e soci, come la violazione di patti di non concorrenza o la concorrenza sleale da parte di ex dipendenti
  4. indagini sui curriculum vitae dei nuovi dipendenti prima dell’assunzione

Per prevenire o indagare sulla sottrazione di dati e informazioni, è importante avvalersi di investigazioni aziendali, che possono includere:

  1. analisi forensi dei sistemi informatici (digital forensics)
  2. bonifica da microspie ambientali e telefoniche
  3. individuazione di software spia su dispositivi mobili o reti informatiche
  4. controllo dei dipendenti infedeli attraverso controlli difensivi
  5. indagini per verificare l’autenticità dei dati e dei curriculum vitae dei futuri dipendenti

Per dimostrare il reato di spionaggio industriale, è importante raccogliere prove legalmente valide. Per questo motivo, è consigliabile rivolgersi a agenzie investigative specializzate e qualificate in indagini aziendali e controspionaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *